musicaequilibrigo.it


Vai ai contenuti

Menu principale:


ESPERIENZE VELA

Sport e shopping > VELA > ESPERIENZE VELA

NEWS
Approfondimenti by
Musica
Equilibri
Go.it

MusicaEquilibriGo.it
Musica Arte Teatro Benessere

MusicaEquilibriGo.it
propone

Lezioni di Musica
Jazz Classica Moderna.
Pianoforte e Chitarra

Milano e Provincia

Naturopatia
Corsi di tecniche corporee, movimento e creatività

SPORT e SHOPPING

ESPERIENZE VELA

La passione per la barca a vela si è diffusa maggiormente in questi anni. la vela viene praticata da un numero sempre maggiore di persone. Alcune di queste affrontano gli esami per ottenere la patente nautica. Gli SKIPPER, sia uomini che donne, sono al comando della barca a vela spesso affittata per il periodo delle vacanze insieme al gruppo di persone che si sono aggregate per il viaggio. In questa sezione parliamo delle esperienze collegate ai viaggi e alle rotte più interessati effettuati con barche a vela. Sicuramente lo sport velico, praticato in modo non agonistico, permette di conseguire il giusto equilibrio psico-fisico, grazie al mare e al gruppo che insieme affronta piacevolmente un itinerario e conduce la barca a vela attraverso il mare.
Se sei un principiante che desidera conoscere nuovi aspetti della vela o se sei un
esperto puoi trovare attrezzatura professionale dedicata alla vela a prezzi convenienti.


www.MusicaEquilibriGo.it
dedica questa sezione alle Esperienze VELA.

  • ESPERIENZE VELA: storie affascinanti legate al mondo VELICO, del mare, delle barche a vela mitiche e ai suoi protagonisti.
  • Esperienza vela: ITINERARI, ROTTE.
  • Vela: DVD e LIBRI
  • Vela: Attrazzatura, NUOVA e USATA, per la Vela.
  • Vela: BARCHE a VELA, nuove e usate
  • Vela: MASCHERE, PINNE, BOCCAGLI.
  • Vela:Strumenti per la navigazione velica..
  • Vela: Macchine fotografiche digitali
  • Vela: Abbigliamento sportivo per la vita in barca a vela, le serate nei porti, il mare.
  • Vela: prodotti naturali per la cura del corpo.

Sezione dedicata allo sport e shopping - ESPERIENZE VELA - proposta da MusicaEquilibriGo.it.


Opportunità unica per i visitatori del nostro sito MusicaEquilibriGo.it,
sito partner di UniEuro.
TV, computer, cellulari,
macchine fotografiche, ecc.
.
PREZZI ESCLUSIVI
SOLO DA QUI.
RISPARMIO ESCLUSIVO,
Confronta i prezzi, informati, scegli.



DIARIO DI BORDO
Epifania 2006.

Prologo

Eccoci pronti ad una nuova avventura ed eccomi in procinto di descriverla in ogni minimo dettaglio.
Un’avventura di mare, di vela, di vita, emozioni da riassaporare ogni volta che ne avrò voglia o che ne sentirò il bisogno, io e chi ha navigato con me, e chi avrà il desiderio di farlo anche solo con la fantasia e l’immaginazione.
Tante esperienze nella vita lasciano un segno, la vela per me sta lasciando un solco che diventa sempre più profondo, giorno dopo giorno, ogni volta che metto piede su una barca e mi allontano dalla banchina.
Per ognuno di noi rivivere i momenti migliori significa anche raccontarli e condividerli, io lo faccio anche scrivendo. Ho l’impressione di immortalarli, di farli miei per sempre, come quando si scatta una foto.

Imbarcazioni: CALUFRA GAIA
(Elan 434 Impression) (Benetau Oceanis 361 Clipper)

Comandanti: Franco Roberto Cip Cip
Equipaggi: Emilio Andrea
Luca Emanuele
Stefano Luana
Valerio

Giovedì 5 Gennaio 2006
Siamo fortunati.
Questo è il tema del viaggio in auto che ci porta allo
splendido marina di Punta Ala, base logistica della mitica Luna Rossa.
Io e Franco discutiamo di mille cose durante il viaggio e facciamo progetti, ma la cosa che vale la pena menzionare è che siamo fortunati.
La nostra fortuna sta nella consapevolezza dell’aver trovato un potere terapeutico nella natura, nel mare, nella vela e nell’amicizia. Siamo fortunati ad averne capito il vero spirito, le sensazioni che si possono provare, gli insegnamenti che si possono cogliere, dalla vela e dall’amicizia.
In breve siamo in
Lunigiana, ci incontriamo con Roberto e conosciamo il suo equipaggio, Valerio con qualche esperienza di deriva, Andrea che possiede una barca a motore nella laguna veneta, Luana ed Emanuele a digiuno di vela.
Proseguiamo alla
volta del Puntone, così viene soprannominata Punta Ala dai Toscani e subito anche da noi, percorrendo le strade della verde maremma, il traffico di arterie a noi più note è solo un ricordo, peraltro già in caduta libera nel dimenticatoio.

CALUFRA 1
°, nome strano, cerco di convincere gli altri, ingnorandolo, che si tratta di una Dea Greca, scopriremo l’ultimo giorno trattarsi delle iniziali delle figlie dell’armatore Marco, un tipico toscano un po’ spanato. E’ una barca che ci lascia davvero impressionati, del resto è un Elan Impression. Dimensioni e luminosità della dinette centrale veramente notevoli, docile e semplice da manovrare grazie all’elichetta di prua, la proviamo andando subito a fare bunkeraggio.
GAIA l’altra imbarcazione ha un nome di tutto rispetto, per noi esseri umani è tutto, sembra quasi la prosecuzione del discorso sulla natura che io e Franco avevamo intrapreso in auto, qualche riga sopra.
Poi il check in continua fino a sera, non si trovano i documenti della nostra barca, Marco salta di qua e di la, prosegue su GAIA, poi per caso troviamo i documenti al loro posto sul tavolo di carteggio, meno male, perché lo spanato stava per saltare sul suo Kangoo che più che un’auto sembra un peschereccio al rientro da una fruttuosa battuta con mare forza 7, e l’intento di andare a Livorno a cercarli!!
Riempiamo i serbatoi d’acqua, ben 850 Litri, correggiamo con dell’amuchina, e osservo Marco mentre taglia e salda la scotta di sinistra del genoa, lisa, sarebbe esplosa ben presto.
Poi cambusa alla Coop di Follonica, e al ritorno cena in un ristorante maremmano tra Scarlino e il Puntone. Mentre Andrea ci racconta le avventure della navigazione e della pesca di vongole in laguna, le bottiglie di vino si svuotano, il cameriere fatica a starci dietro, la fiorentina………la mitica fiorentina …….quanti anni son passati……si scioglie in bocca, ecco raggiungerci Emilio e Stefano, gli altri membri del nostro equipaggio.

luca, il mitico skipper
Musica
Equilibri
Go.it
Sport e Shopping

Venerdi 6 Gennaio 2006

Ore 7,00, colazione a bordo del CALUFRA 1°, un po’ a rilento, siamo in nove, nell’attesa che Marco sistemi il problema alle luci di via, poi finalmente si salpa. Appena la prua varca la linea d’uscita del lussuoso marina in letargo in questo periodo dell’anno, ci rendiamo conto che l’ora è già tarda ed Eolo sonnacchioso, e l’idea peraltro bocciata da Marco perché ci sarebbe vento in faccia al ritorno, (certo, tutti conservatori questi armatori), l’idea dicevo, di fare
rotta su Giglio Porto, perde ancora più consistenza, soprattutto nella testa del comandante che mi chiede subito nuova rotta e tempo stimato per Porto Azzurro.
Mentre riflettiamo sul da farsi, osserviamo con attenzione il panorama che si presenta ai nostri occhi, io e Franco ci animiamo appassionatamente cercando di descriverlo, lui pensa di vedere una cosa, mentre io sono di parere diverso. Proseguiamo a più riprese col confronto serrato, ma alla fine quello che si vede intorno a noi è tutto il
golfo di Follonica a dritta, fino a Piombino, si distingue nettamente il grattacielo di Follonica, le torri della centrale termoelettrica e poi la città di Piombino sulla punta con il porto.

Al nostro mascone di dritta
i due isolotti Cerboli e Palmaiola scaldati dal sole basso alle nostre spalle.
A prua tutta la costa Est
dell’Elba si presenta apparentemente con due isole montagnose (i monti Strega a Nord e Calamita a Sud), per via della nebbiolina a pelo d’acqua che nasconde la sella più bassa di Porto Azzurro.
Un’altra occasione per apprezzare le infinite sfaccettature che la natura può regalare col variare degli effetti climatici e luminosi.
Sono circa le 9,00 Porto Azzurro dista circa 13 Mg su rotta 260° col vento attuale di meno di 10Kt da NE siamo costretti a navigare a motore, quindi in meno di 3 ore saremmo a destinazione, ci pare un po’ pochino per le nostre aspettative, quindi decidiamo di fare alcuni bordi tra lo scoglio dello Sparviero e i due isolotti al centro dello stretto di Piombino, Cerboli e Palmaiola, per poi costeggiare l’Elba a NE fino a Porto Azzurro dove attraccheremo prima delle 16,00.
Navigazione facile, senza intoppi, Calufra 1° non ha ancora scoperto le sue carte, e nemmeno gli
avversari di Gaia, ma abbiamo scherzato con la barca “nemica” capitanata da Roberto, circuendola più volte grazie ai 2 mt in più di lunghezza, fotografandoci a vicenda assumendo le posizioni più strane a bordo, si vede addirittura un pazzo (il sottoscritto) che imita una polena o il volo d’angelo del Titanic o un Cristo in croce, cullati dalle note musicali di Ennio Morricone, comunicando costantemente via radio lo stato della ciurma, il livello in discesa rapida del vino e scherzando vicendevolmente soprattutto dopo i miei auguri, fraintesi, alla Befana, che fanno scatenare ilarità e occhiatacce fra gli equipaggi. Tutto questo sotto un cielo terso che fa salire la temperatura a 14° C, di più non si può proprio chiedere.

Ultimio episodio esilarante ma rischioso, un tentato ormeggio a motore con randa issata da parte del Gaia evidentemente dimenticata dall’istruttore Cip Cip rimasto stupefatto dalla bravura dei suoi allievi.
Passeggiata a Porto Azzurro, aperitivo al Bar Collo…….e il tono allegro prosegue per tutta la sera, a bordo del Calufra 1° che ospita nove persone sedute comodamente nella spaziosa dinette centrale.
Il gentile Roberto offre un bis di primi, Tortellini con fagioli, e Spaghetti al brandy, accompagnati da un ottimo Chianti, che vengono letteralmente divorati mentre iniziamo a tessere una tela filosofica senza fine, su amore, sacrifici, vita di coppia, felicità, l’uomo, la donna, Ulisse, Penelope, con inevitabili scontri generazionali.
Quando il groppo (nuovo nodo appreso da Andrea durante il corso odierno di Skupper tenuto dall’istruttore Roberto al suo equipaggio) diventa inestricabile e si gonfia fino a prendere possesso dell’intero quadrato porta alcuni a spostarsi sul pontile, attenuando la conversazione, che cessa del tutto quando ci si accorge che la bottiglia della Vecchia Romagna è stata seccata completamente, inconsapevoli della sua spiacevole rinascita in alcuni di noi il giorno successivo. Punta Ala, Isola d'Elba,
continua..

NEWS ARTICOLI

Elenco NEWS di MusicaEquilibriGo.it
--------------------------
LE ORIGIN
I DEL JAZZ continua.........

Johann Sebastian Bach
.
continua.............
Antonio Stradivari
continua..........
Il Clavicembalo
continua.......
---------------------

La cultura del Benessere

Un sito con al centro del proprio interesse, oltre alla Musica, il Benessere. La cultura del Benessere, sia fisico che mentale, come la Naturopatia, lo Yoga, le tecniche di rilassamento, le caratteristiche delle varie discipline. Dal Wellness al Fitness fino a diversi Sport. continua........

Home Page | MusicaEquilibriGo | ARTICOLI NEWS | Musica CLASSICA | JAZZ ROCK | MODERNA e... | Musica Benessere | Musicisti e Miti | Strumenti Musicali | SCUOLE Musica e. | Lezioni di Musica e. | Teatro Concerti e.. | Testi Spartiti | Pc Music Software | Cd Dvd Midi Mp3 | Case Discografiche | Studi Registrazione | Tecno Hi-fi Web | Arte Mostre Cultura | Community e Blog | Cultura Benessere | NATUROPATIA | Esperienze Viaggi | Tempo libero | Sport e shopping | Mappa del sito


2007-2010 tutti i diritti sono riservati. Musica, testi e foto depositate. MusicaEquilibriGo.it non è responsabile del contenuto di eventuali siti esterni segnalati. | preludiochopin@hotmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu