musicaequilibrigo.it


Vai ai contenuti

Menu principale:


Esperienze e Viaggi in ITALIA

Esperienze Viaggi > Esperienze e viaggi in ITALIA

NEWS
Approfondimenti by
Musica
Equilibri
Go.it

MusicaEquilibriGo.it
Musica Arte Teatro Benessere

MusicaEquilibriGo.it
propone

Lezioni di Musica
Jazz Classica Moderna.
Pianoforte e Chitarra

Milano e Provincia

Naturopatia
Corsi di tecniche corporee, movimento e creatività

Milano e Provincia
Bollate, Arese, Rho, Lainate, Paderno Dugnano, Cesate, Garbagnate, Limbiate, Caronno, Saronno, Cerro Maggiore, Origgio, Palazzolo, Legnano, Milano

Esperienze VIAGGI e VACANZE

Esperienze Viaggi e Vacanze:
IN ITALIA

Nella sezione esperienze viaggi e vacanze di MusicaEquilibriGo.it trovi indicazioni particolari sulle esperienze vissute viaggiando in Italia e all’estero, a contatto di grandi città o in mezzo alla natura.
Le emozioni che si provano praticando nel mare la subaquea, e dopo un’immersione a contatto visivo con gli squali abbandonarsi ad una splendida crociera in barca a vela. La maggior parte di noi deve ottimizzare al meglio le poche risorse economiche, il proprio tempo e la grande passione per i viaggi. Ti segnaleremo inoltre alcune risorse per passare le vacanze in agriturismo, in montagna a sciare o nel relax delle terme.

annunci


DIARIO DI BORDO
Bocca di Magra - Capraia
con doppiaggio di Gorgona.



Venerdi 09 settembre 2005

Finalmente ci siamo. Dopo qualche giorno di pianificazione, ricerca della barca incontri serali tra me e Franco per studiare meteo e possibili rotte stiamo per partire.
Questa volta abbiamo deciso di raggiungere la
Corsica, io non sto nella pelle, perchè è la prima volta che navigo veramente in altura e Franco è felice perchè finalmente riesce a navigare con me, cosa rara fino a questo momento visto i miei impegni.
Ci troviamo con Adriano a casa di Franco, sotto una pioggia che non promette niente di buono, le previsioni danno w-e brutto in tutta Italia.
Sulla strada passiamo da
Piacenza a prendere Annalisa. Annalisa e Adriano non hanno esperienza di vela, siamo quindi solo io e Franco che condurremo l'imbarcazione. In effetti a noi va bene così perchè vogliamo farci le ossa.
Facciamo check-in a
Bocca di Magra con Francesco di Bateau Blanc, che ci sconsiglia di andare in Corsica, .....libeccio in vista.
Anche Sandro, lo incontriamo in banchina, sempre di bateau blanc, ci dice la stessa cosa.
Dopo breve ragionevole consulto (siamo un equipaggio ridotto) decidiamo di spostarci a
Portovenere, da dove partire l'indomani mattina alla volta di Capraia....ma prima, cambusa al market più vicino, con carico non indifferente di buon vino..........ho l'impressione che abbiamo confuso i litri del gasolio con quelli dell'alcool.
Molla!!!!! Usciti dal fiume Magra issiamo la Randa ma proseguiamo a motore per arrivare a Portovenere prima che l'ufficio della capitaneria chiuda.
Un'ora di navigazione a motore per accorgerci subito che non funziona l'indicatore della velocità, che il gps cartografico del tavolo di carteggio non si accende, che il pilota automatico pendola a sinistra e dritta di 15°, troppo per una navigazione confortevole, e che il motore si spegne perchè a 3000 giri si surriscalda............abbiamo fretta di arrivare e non ci gustiamo il tramonto.
La serata ci riserva una buona cena grazie al cuoco Adriano, un dopocena gradevole grazie sempre ad Adriano e Franco che con la chitarra accompagnano la luna dall’altra parte dell’emisfero, e Annalisa che di sorpresa tira fuori un Pampero che farà scivolare pian piano i nostri pensieri tra le braccia di Morfeo. Nel frattempo qualcuno sta cercando di carpire qualche notizia dal canale 68 del VHF che tenta di farsi breccia tra i fruscii dovuti ai temporali in corso in tutto il resto del mediterraneo.

luca, il mitico skipper
Musica
Equilibri
Go.it
Esperienze e Viaggi


Sabato 10 Settembre 2005

Ore 5,00 la sveglia trilla, fuori piove, mi giro dall’altra parte quando sento Franco ed Adriano che parlano, non capisco cosa dicono e tornano nelle rispettive cabine.
Poco prima delle 6,00 smette di piovere, esco e faccio un salto in banchina, do un’occhiata al cielo, si sta aprendo a Est si vede già una luce che va dal rosso sopra le Alpi apuane, all’arancio e poi più su, al giallo sotto i nuvoloni neri appena passati.
Entro di corsa nella cabina di Franco, si è appena svegliato anche lui, gli comunico la situazione meteo, decidiamo di partire alla volta di Capraia. Colazione, colonna sonora il Meteomar sul canale 68, e poi alle 7,00 partenza.

Siamo fuori dal golfo di
La Spezia, a poppavia le isole di Palmaria, Tino e Tinetto stanno lentamente rimpicciolendo, a proravia nuvoloni neri in dissolvimento rendono ancora il colore del mare, che è quasi calmo, molto cupo. Proviamo a navigare a vela ma c’è poco vento, e dobbiamo riprendere a motore.
Dopo un’ora primo punto nave, usando il
gps palmare……………caz…..ma è quasi scarico; ribalto il contenuto di tutti i gavoni interni, niente, il caricatore non si trova, decidiamo di spegnerlo e usarlo solo all’occorrenza. Siamo al largo la costa si vede molto in lontananza ma è confusa con l’orizzonte e non si possono fare rilevamenti bussola, senza gps l’unico strumento rimane la bussola e le carte nautiche.
Qualche scroscio dal cielo, ci costringe alle cerate, qualche refolo ci prende in giro, ma poi finalmente…….fuori il genoa; Celio un
Sun Odissey 35 varato qualche mese fa, accenna una leggera inclinazione, quanto basta per provare piacere, 8-10 Nodi di vento da SSO dovremmo andare a circa 4-5 Nodi. Facciamo rotta 180°. Lo stato del mare si porta a forza 3, il cielo si apre, e scopre un sole ancora estivo che ci fa togliere cerate, felpe, ecc… ecco rispettato il prevmeteo che prometteva miglioramento al largo verso la Corsica, …mmm bene, compare anche un bikini.
Comincia a fare la sua comparsa
Gorgona, rileviamo i due capi estremi e li riportiamo sulla carta per fare il punto nave perché non dobbiamo avvicinarci oltre il miglio dalla costa, il vento rinfresca un pò, e la scia che lasciamo comincia a risuonare nell’aria. Alle 14,00 Gorgona è al nostro traverso di sinistra, da questo lato l’isola si presenta come una montagna rocciosa e scura ricoperta di vegetazione, il carcere, unica costruzione significativa dell’isola è dall’altra parte. Come sempre al raggiungimento di un’isola, la mia fantasia porta immagini di velieri, corsari, esploratori, caraibi…………..
Ci alterniamo tutti alla ruota del timone, Adriano e Annalisa fanno il loro battesimo e provano le prime sensazioni al governo di un cabinato da crociera.
Il vento rinforza ancora, adesso si che ci si diverte, Capraia è ormai ben visibile, coperta da un ammasso di nuvole che le danno una colorazione nerastra, ben diverso Cap Corse a Ovest, 12 Mg di distanza , che sembra più vicino, tutt’intorno e sotto i nuvoloni neri i colori cominciano a infuocarsi e la giornata comincia a prendere quel tono dolce tipico delle ore che precedono il tramonto, e i pensieri cominciano a solleticare zone della mente che solitamente stanno silenziose in disparte.
Arriviamo in
Capraia alle 18,00 dopo una navigazione tranquilla, emozionante come il primo giorno in cui salii su una barca, e come succede ogni volta.
Fortunatamente troviamo un posto, l’ultimo libero, altrimenti…….in rada. Abbiamo tentato di comunicare per radio con la capitaneria di porto dell’isola senza ottenere risposta, per quasi tutto il pomeriggio, fra uno spuntino e una pennichella.
Ora ci rilassiamo un po’, poi cena offerta dalle cucine dello chef Adriano, doccia calda in barca per evitare la coda delle docce del marina, e a letto quasi immediatamente, dopo una ricerca inutile del gran carro, troppe nubi, o gli occhi già in cabina, ….la stanchezza si fa sentire.

Domenica 11 Settembre 2005

Sveglia alle 5,00 fuori diluvio, temporale in corso, dobbiamo per forza rientrare entro sera, non possiamo prolungare il sonno, quindi giù dalle brande.
Senza proferir parola ognuno fa qualcosa di utile, in modo meccanico, facciamo colazione, ci copriamo per bene, usciamo in coperta e ci prepariamo a lasciare gli ormeggi.
Alle 6,00 prua fuori dal porto, mare forza 4, vento a 20 Nodi da NE, praticamente in faccia, sta smettendo di piovere, c’è la sensazione dell’alba, ma troppe nubi la nascondono è il buio è ancora da notte fonda.
Rotta 0° il vento in lenta graduale rotazione oraria ci consente di iniziare di bolina stretta ma facciamo fatica a risalire, c’è anche onda al traverso da Est, continuiamo a vela con l’ausilio del motore.
Abbastanza rapidamente usciamo dalla notte, le nuvole si spaccano e di colpo il sole fa capolino.
Via le cerate, prendiamo confidenza con onde e vento, quindi via anche i giubbetti di salvataggio.
Quando passiamo da Gorgona, dal lato sopravvento, si distingue chiaramente il carcere e i suoi terrazzamenti per le coltivazioni.

Alla radio ascolto una richiesta di attracco da parte di una imbarcazione di turisti, il comandante conferma di avere il permesso speciale, attracco consentito.
Passata
Gorgona il vento si porta al giardinetto di dritta, l’andatura di lasco si fa delicata quando comincia a puntare la poppa di Celio. E’ una bella soddisfazione difficile da descrivere, contrastare col timone per evitare la straorzata, quando l’onda raggiunge lo scafo solleva la poppa, e inizia il sorpasso, poggio, poi l’onda prosegue il suo cammino un po’ più veloce della barca, orzo, e così via con un ritmo incessante.
Arriva la strambata, ci prepariamo ognuno con il suo incarico, io e Franco ci guardiamo negli occhi, sappiamo cosa ci aspetta. Poggio delicatamente, con difficoltà cerco di evitare che l’onda mi sbatta il boma dall’altra parte, mentre Franco con una fatica immensa recupera velocemente la scotta della randa con più giri sul winch. L’ultimo pezzo è proprio duro, do un colpetto infinitesimo con la ruota del timone, un’onda mi aiuta, anche troppo, la randa scavalla l’asse del vento, il tragitto è breve ma la velocità e la violenza danno comunque l’idea dei danni che possono capitare con una strambata involontaria……………ho ancora in testa l’esperienza di due mesi fa……trozza rotta e grande rischio, comunque tutto bene, grazie a Dio! Poi Franco fa filare la scotta mentre io orzo e mi porto su nuova rotta, vento al giardinetto di sinistra. Annalisa e Adriano pensano al Genoa. Complimenti a tutti.

Da questo punto in avanti tutto lasco, rotta 0 e impossibilità di fare il punto nave per via del gps palmare completamente scarico, navigazione alla ceca fino alla Palmaria che vediamo con difficoltà, c’è una leggera foschia e si confonde con la costa. Attraversiamo la parte sud del golfo di La Spezia, mentre ci viziamo in pozzetto, con uno spuntino a base di salumi, formaggi e ottimo vino bianco del Trentino, poi ingresso nel fiume Magra alle 16,00. Dieci ore di navigazione per 60 Miglia fanno una media di 6 Nodi, buono. Tristi per l’arrivo, non riusciamo a lasciare subito il mare, e allora cena a Portovenere, a base di pesce, naturalmente da Elettra, buon compromesso qualità-prezzo-quantità, è diventato quasi una routine. Intanto al tavolo riguardiamo le foto sulle digitali, ed è già nostalgia………….
Alla prossima, e complimenti alla ciurma del Celio per il piacevole week-end e per il buon lavoro a bordo.

Luca

NEWS ARTICOLI

Elenco NEWS di MusicaEquilibriGo.it
--------------------------------------------------------------
Antonio Stradivari

Stradivari lavorò nella sua bottega a Cremona in Piazza San Domenico, con la collaborazione dei figli. Il suo talento e la sua creatività inizialmente la manifestò elaborando i violini di Amati. L’elaborazione sugli strumenti avveniva modificando la curvatura, intervenendo sulla vernice e lo spessore del legno.

continua..........
La cultura del Benessere

Un sito con al centro del proprio interesse, oltre alla Musica, il Benessere.
Un sito che pone, affronta e indica le molteplici tematiche e le risorse web collegate alla cultura del Benessere, sia fisico che mentale, come la Naturopatia, lo Yoga, le tecniche di rilassamento, le caratteristiche delle varie discipline. Dal Wellness al Fitness fino a diversi Sport.

continua........

Home Page | MusicaEquilibriGo | ARTICOLI NEWS | Musica CLASSICA | JAZZ ROCK | MODERNA e... | Musica Benessere | Musicisti e Miti | Strumenti Musicali | SCUOLE Musica e. | Lezioni di Musica e. | Teatro Concerti e.. | Testi Spartiti | Pc Music Software | Cd Dvd Midi Mp3 | Case Discografiche | Studi Registrazione | Tecno Hi-fi Web | Arte Mostre Cultura | Community e Blog | Cultura Benessere | NATUROPATIA | Esperienze Viaggi | Tempo libero | Sport e shopping | Mappa del sito


2007-2010 tutti i diritti sono riservati. Musica, testi e foto depositate. MusicaEquilibriGo.it non è responsabile del contenuto di eventuali siti esterni segnalati. | preludiochopin@hotmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu