musicaequilibrigo.it


Vai ai contenuti

Menu principale:


CROAZIA esperienze 2006-2

Esperienze Viaggi > Esperienze e Viaggi All' ESTERO

NEWS
Approfondimenti by
Musica
Equilibri
Go.it

MusicaEquilibriGo.it
Musica Arte Teatro Benessere
luca, il mitico skipper

MusicaEquilibriGo.it
propone

Lezioni di Musica
Jazz Classica Moderna.
Pianoforte e Chitarra
Milano e Provincia
Naturopatia
Corsi di tecniche corporee, movimento e creatività

Milano e Provincia
Bollate, Arese, Rho, Lainate, Paderno Dugnano, Cesate, Garbagnate, Limbiate, Caronno, Saronno, Cerro Maggiore, Origgio, Palazzolo, Legnano, Milano

Musica
Equilibri
Go.it
Esperienze e Viaggi


DIARIO DI BORDO Croazia 2° Parte
Agosto 2006

Imbarcazione LEO ELAN 431,



( per la Prima parte Croazia)





Lunedì 7

Molliamo gli ormeggi e torniamo sulla nostra scia, per uscire dal lungo fiordo, qualche miglia di mare e una sosta nella baia dell’isola di Zlarin per conoscere i carismatici genitori di Luana, che dopo il taglio dell’Adriatico da Chioggia sono diretti più a Sud. Pranziamo ed esploriamo la baia col tender non senza risate quando il piccolo fuoribordo smette di ronzare, costringendoci a remare con le mani fino alla poppa di Leo……se quei dannati remi dal gavone avessero camminato fin sui tubolari del canotto!!!!!

Poi nuova rotta,
Primosten, andatura al traverso, Lucia acquisisce confidenza alla ruota del timone. Scendo sottocoperta, il carteggio da queste parti è fondamentale, tante isole, scogli e secche proteggono queste acque dalle mareggiate provenienti dal largo, rendendole insidiose allo stesso tempo. La barca si sdraia a sinistra, le urla di Lucia sovrastano anche le pentole che rotolano fuori dai lavelli, mi tele-trasporto fuori dal tambuccio e lasco immediatamente la scotta randa, raddrizzando la barca, una raffica da temporale ha sorpreso Lucia, facendola orzare!!! Eccolo, il temporale estivo che ci tende il suo agguato, da questa mattina se ne stava la a parecchie miglia a Nord, immobile, poi come l’artiglio di un felino, ci piomba addosso, graffia i nostri volti e le nostre vele, rovesciandoci addosso tutta la sua ira. Avvolgo il fiocco. Il ponte è ormai ricoperto da un velo d’acqua, vietato camminare a piedi scalzi, obbligo le ragazze a scendere sottocoperta, Franco e Andrea chiedono cosa devono fare, senza proferir parola, i loro occhi, lucidi come i loro corpi, infreddoliti, faticano a rimanere aperti, come i miei del resto, quando ci portiamo controvento, e ammainiamo la randa, non senza fatica, con raffiche a 30-35 Nodi. Preferisco non terzarolare, è già difficile ammainare con un equipaggio senza esperienza in queste condizioni, e non voglio prendermi rischi inutili!!!

Poi a turno scenderemo a scaldarci e ad indossare le cerate, continueremo a motore, mentre il mare comincia a formarsi, e il temporale ben presto si dileguerà verso Sud.
Arrivati a
Primosten a metà pomeriggio, abbiamo il tempo di conoscere meglio la vivacità dei genitori di Luana, che nel frattempo ci hanno tenuto un gavitello libero, qualche tuffo nella trasparente baia e giro panoramico in testa d’albero, per Tiziana, che a 16 metri d’altezza issata con la drizza dello spi, va a recuperare la drizza sganciatasi dalla randa durante le raffiche del temporale.
Un giro in canotto nel fuoco del tramonto che di rosso tutto tinge, ceniamo in quadrato e spegniamo le fatiche odierne in pozzetto mentre l’universo stellare prende il sopravvento sulla luce del giorno, ma non sui nostri lieti pensieri.

NEWS ARTICOLI

Elenco NEWS di MusicaEquilibriGo.it
---------------------------------
LE ORIGIN
I DEL JAZZ
SPIRITUALS e GOSPEL

Nella prima parte abbiamo parlato dei WORK SONGS, legati all'ambiente di lavoro degli schiavi.
Gli SPIRITUALS sono canti di carattere religioso. Dal punto di vista musicale troviamo che sono canti organizzati in stile responsoriale.

continua.........
------------------------------
Johann Sebastian Bach

Johann Sebastian Bach nacque ad Eisenach in Germania dal 1685. La sua famiglia da diverse generazioni si dedicava alla musica. Studiò musica con il padre e con il fratello maggiore. La famiglia era formata da otto fratelli.

continua.............
---------------------------------
Antonio Stradivari
Stradivari lavorò nella sua bottega a Cremona in Piazza San Domenico, con la collaborazione dei figli. Il suo talento e la sua creatività inizialmente la manifestò elaborando i violini di Amati.
continua..........
--------------------------
Il Clavicembalo

Il termine clavicembalo evoca immediatamente il Clavicembalo ben temperato, opera fondamentale formata da 24 preludi e 24 fughe scritta da Johann Sebastian Bach.

continua.......
---------------------------------------

La cultura del Benessere

Un sito con al centro del proprio interesse, oltre alla Musica, il Benessere.
Un sito che pone, affronta e indica le molteplici tematiche e le risorse web collegate alla cultura del Benessere,
sia fisico che mentale, come la
Naturopatia, lo Yoga, le tecniche di rilassamento, le caratteristiche delle varie discipline. Dal Wellness al Fitness fino a diversi Sport.

continua........



Martedì 8

Niente da segnalare, per una giornata all’insegna del relax, su di un’isola felice, Leo, che si muove tra le increspature tracciate sul mare dal migliore artista di ogni tempo, il vento.
Sulla nostra rotta una minuscola isola, un faro solitario la sormonta. Non bastano gli scatti di una digitale per farlo nostro, i bordi prima di lasco e poi di bolina con cui lo circumnavighiamo più volte, rimangono i pensieri fantastici e ……………… gli insegnamenti del corso di fotografia tenuto a bordo da Luana e Tiziana.

Solita vitaccia, qualche bordo sbandati, vogliono tutti la falchetta in acqua, un tuffo in una cala, un pranzo all’ombra del bimini-top mentre navighiamo di lasco con il solo genoa, interventi psicologici di Luana sempre pronta ad ascoltare gli sfoghi e a sedare anche il solo accenno di una piccola ombra nello sguardo e nei pensieri. Attracchiamo a Trogir un cittadina dal forte richiamo Veneziano, un dedalo di viuzze all’interno delle mura fortificate, ceniamo in uno dei tanti ristoranti il cui unico tetto sono le stelle, che si fanno intravedere tra i rami e le foglie delle piante che con il loro groviglio sembrano volersi aggrappare a tutto pur di non essere estirpate!!!
Niente da segnalare ? Vorrei che tutti i giorni fossero così, dove non c’è nulla da segnalare, proprio nulla, nemmeno la presenza della noia!!!!!




Mercoledì 9

Colazione e mollaaaaa…si salpa! Macchè, mentre la barca avanza lentamente, la trappa del corpo morto si tende dalla banchina e ci accorgiamo che si è attorcigliata alla pala del timone. Do retro e fermo la barca, Franco esplora la poppa con la maschera tentando di liberare la pala con il mezzo marinaio, ma nulla, solo gran puzzo di gasolio nelle narici!!!! Dopo vari tentativi, aiutati dall’equipaggio della barca di fianco, riusciamo a girare Leo affiancandolo alla banchina per un ormeggio all’inglese…per fortuna le altre barche erano già salpate liberando spazio dall’altro lato. Ed ecco che la cima si libera da sola, meno male, ringraziamo l’equipaggio dell’altra barca, offrendo un’aperitivo a Milna se vorranno raggiungerci.

Navighiamo
nel canale di Trogir sotto nuvole nere che non sembrano promettere nulla di buono. Il vento che viola la cortina protettiva di isole davanti ai canali di Trogir e Spalato, dapprima fresco si affievolirà quasi del tutto, obbligandoci a passare da una silenziosa e divertente bolina, al rumoroso e noioso ronzio del motore! Ben presto saremo a Solta nella grande baia di Necujan, dove passeremo quasi tutta la giornata, prima di ripartire alla volta di Milna.

Il tempo sta gradualmente peggiorando, il vento rinfresca, voglio arrivare al più presto nel porto situato a Nord
dell’isola di Brac. Il canale che conduce al porticciolo della vecchia cittadina sembra nascondersi tra la vegetazione del basso litorale , costringendomi a ripetute osservazioni del navigatore satellitare che insiste nel darci un punto nave perfettamente in linea con l’imboccatura segnata sulle carte nautiche. Siamo ancora a diverse miglia e le barche che individuo col binocolo, si perdono sullo sfondo della pineta che diventa più cupa sotto questo cielo sempre più preoccupante.
Poi finalmente individuiamo i due segnali rosso e verde, che ci guideranno fino alle soglie del porto, che sollievo!!!

Il marina è stracolmo, diamo ancora al centro del porto tra molte altre imbarcazioni, ceniamo, scendiamo a riva col tender, quattro passi in un paesino accogliente, semplice e vitale, giusto il tempo di infilarsi sotto il gazebo di un bar e tutta l’acqua trattenuta fino a quel momento da un cielo ormai saturo viene riversata a terra rendendo ancor più lucide e scivolose le viuzze di porfido grigio.
Attendiamo che la pioggia si attenui, facciamo la solita spola di rientro con il tender, e dalla barca salutiamo le luci di questo posto fuori dal tempo, almeno quello in cui siamo soliti vivere!!!

prosegue 3° parte CROAZIA esperienze

Home Page | MusicaEquilibriGo | ARTICOLI NEWS | Musica CLASSICA | JAZZ ROCK | MODERNA e... | Musica Benessere | Musicisti e Miti | Strumenti Musicali | SCUOLE Musica e. | Lezioni di Musica e. | Teatro Concerti e.. | Testi Spartiti | Pc Music Software | Cd Dvd Midi Mp3 | Case Discografiche | Studi Registrazione | Tecno Hi-fi Web | Arte Mostre Cultura | Community e Blog | Cultura Benessere | NATUROPATIA | Esperienze Viaggi | Tempo libero | Sport e shopping | Mappa del sito


2007-2010 tutti i diritti sono riservati. Musica, testi e foto depositate. MusicaEquilibriGo.it non è responsabile del contenuto di eventuali siti esterni segnalati. | preludiochopin@hotmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu